BELLEZZA SULL'UNGHIA

Mettere lo smalto sulle unghie è un gesto di bellezza, forse un po' vintage, ma sicuramente ancora molto diffuso, anche se sempre più frequentemente soppiantato da trattamenti in gel permanenti o semi-permanenti, dall'estetista o fai-da-te. Proprio per chi sceglie di prendersi cura delle proprie unghie da solo è rivolto questo articolo che cerca di rispondere ad una domanda cruciale: sappiamo davvero cosa contengono i prodotti che usiamo?
Si fa presto a dire "smalto", ma le tipologie variano enormemente, non solo nelle colorazioni, ma anche nella funzione e, soprattutto, negli effetti sulla salute delle unghie.
Partiamo dalla composizione: generalmente, la base degli smalti è rappresentata da un mix di nitrocellulosa (un estere etilico) e acetato di butile (un solvente per favorirne la dispersione). Gli altri componenti sono le resine per aumentarne aderenza, resistenza e brillantezza ed i plasticizzanti per elasticità e flessibilità (fra questi gli ftalati e la canfora). Vengono poi aggiunti i pigmenti e gli agenti perlanti per gli effetti cromatici e le varie sfumature, gli addensanti e i gelificanti per evitare che si secchino all'interno della boccetta, gli stabilizzatori UV (per impedire alterazioni di colore se esposti alla luce solare) ed altre sostanze emollienti, idratanti o nutritive. Nonostante le nostre conoscenze in proposito siano sempre più approfondite e la salute venga messa al primo posto rispetto all'estetica, c'è ancora chi, per comodità o fretta, non presta attenzione al contenuto di ciò che si mette addosso. Per questo ci sentiamo di darvi un consiglio spassionato (che vale per tutti i prodotti di cosmetica): non acquistateli dove capita, ma rivolgetevi sempre al vostro Farmacista di fiducia, che saprà darvi i consigli giusti relativamente alla presenza di alcuni ingredienti, ritenuti irritanti o dannosi per la salute.

Nel caso abbiate fatto un acquisto che ipotizzate sia stato "incauto", verificate l'eventuale presenza e quantità di:

* toluene: un solvente che inalato in alte concentrazioni ha effetti tossici sull'uomo (la sua concentrazione nei prodotti in questione non può superare il 25%);
* formaldeide: un gas che può determinare sia irritazioni a carico di mucose sia dermatiti da contatto (la formaldeide può essere utilizzata soltanto negli indurenti per le unghie in concentrazione non superiore al 5%);
* DBP (dibutil-ftalato): un plastificante il cui utilizzo nei prodotti cosmetici è stato vietato nell'Unione Europea. Va detto, comunque, che ormai la maggior parte dei produttori si sono attenuti alle direttive europee ed hanno provveduto ad eliminare questi componenti dalla formulazione dei loro prodotti, che trovate spesso in commercio sotto la dicitura "smalti per unghie 3-Free".

GUIDA PRATICA ALL'ACQUISTO

Gli smalti, ovviamente, non sono tutti uguali e grazie alla loro ampia gamma vengono incontro praticamente a tutte le nostre necessità di stile e salute delle unghie. Ce ne sono per ogni esigenza. (...)

A cura di Francesca Aquino.

Leggi l'articolo integrale su Optima Salute, Aprile 2021.



Covid-19: guida ai test
Nostro malgrado ci siamo abituati a sentire parole come tampone "molecolare" o "sierologico", ma conosciamo davvero la differenza?
nutrizione
Il misterioso mondo dei legumi
Un viaggio alla scoperta di questi semi commestibili, veri toccasana per garantire equilibrio e varietà alla dieta.
bellezza
Bellezza sull'unghia
I consigli e le idee per averle sempre in ordine e soprattutto sane, stando attenti alla scelta dei prodotti estetici e curativi.
animali
Mondo cane: chi abbaia e chi morde
Esistono delle razze più tranquille, altre più esuberanti, ma sono sempre fondamentali la cura e l'addestramento.

Optima Salute | Il sommario del mese | Nel prossimo numero| Archivio arretrati | Link della salute | La Redazione | Abbonamenti | Contattaci
Comifar Distribuzione S.p.A. - P.IVA 10406510155 - Copyright © 2006-2021
Informazioni Aziendali - Disclaimer - Data Breach - All rights reserved |
Credits